PEC e FIRMA DIGITALE

CNS – Carta Nazionale dei Servizi

A seguito della necessità per i professionisti, nello svolgimento della propria attività professionale, di autenticarsi presso alcuni portali della Pubblica Amministrazione attraverso la Carta Nazionale dei Servizi, vi informiamo che questo Ordine ha aderito al servizio, attivato dal Consiglio Nazionale degli Architetti P.P.C. sulla base di una partnership con Aruba Pec, di rilascio delle CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

L’adesione al servizio consentirà, quindi agli Iscritti interessati di richiedere la CNS e il lettore a costi convenzionati.

La CNS avrà le seguenti caratteristiche:

  • Smart Card formato tessera da utilizzare come tesserino di riconoscimento avendo le seguenti informazioni:
    • Dicitura e requisiti per essere una CNS – Carta Nazionale dei Servizi – Ente emittente CNS: Consiglio Nazionale degli Architetti
    • Tesserino di riconoscimento con tutti i dati dell’iscritto e fotografia e logo dell’Ordine Provinciale a cui si è iscritti
    • Tecnologia contact less (nel caso di lettori contact less, sarà possibile leggere le informazioni solo avvicinando la tessera al lettore).
  • Certificati presenti n. 2:
    • Certificato di autenticazione CNS di durata triennale (ha come ente emittente una Pubblica Amministrazione e risponde ai requisiti necessari per autenticarsi sui portali degli enti)
    • Certificato di Firma Digitale di durata triennale (certificato di sottoscrizione di ruolo ossia un certificato di firma Digitale contenente tutte le informazioni dell’iscrizione all’Albo Professionale).

La CNS rilasciata dal CNAPPC potrà quindi essere usata:

  • per accedere ai servizi delle Pubbliche Amministrazioni (INPS, INAIL, Agenzia Territorio, PCT Processo Civile Telematico, ecc.);
  • come documento di riconoscimento a vista nei casi previsti dalla legge;
  • per apporre timbro e firma a progetti e ad elaborati professionali digitali;
  • per accedere all’area riservata del portale AWN (www.awn.it) che il CNAPPC intende attivare;
  • come badge per la rilevazione presenze ed il controllo accessi nel caso in cui un ente si sia munito dell’applicazione necessaria.

Gli Iscritti interessati potranno acquistare in convenzione la CNS accedendo dal portale www.arubapec.it, selezionando “convenzioni”, digitando il seguente codice CNSCNA13 e selezionando l’Ordine provinciale di appartenenza.

I kit disponibilità sono:

  • CNS: solo carta CNS (certificato di autenticazione CNS e certificato di Firma Digitale di ruolo entrambi di durata triennale) senza lettore.

EURO 17,00 + 3 euro di spese di consegna + IVA

  • CNS + Desktop Reader: carta CNS (certificato di autenticazione CNS e certificato di Firma Digitale di ruolo entrambi di durata triennale) con lettore da tavolo (al momento del primo utilizzo sulla postazione utente è necessario installare i driver del lettore e le librerie della smart card oltre al software di firma Aruba Sign).

EURO 26,00 + 3 euro di spese di consegna + IVA

  • CNS + Aruba Key Card Reader : Carta CNS (certificato di autenticazione CNS e certificato di Firma Digitale di ruolo entrambi di durata triennale) con lettore Aruba Key con fessura laterale per smart card formato tessera (il lettore Aruba Key è immediatamente pronto per l’uso senza la necessità di installare alcuna componente sulla postazione utente – la nuova Aruba Key è specifica per la CNS formato tessera e non come quella vecchia che ospitava la smart card formato SIM come per il cellulare)

EURO 57,00 + 3 euro di spese di consegna + IVA

Per ordinare la CNS occorre seguire i passaggi richiesti sino al pagamento che potrà avvenire con carta di credito, bonifico bancario o bollettino postale.

Per il ritiro della CNS l’iscritto, dopo aver ricevuto la mail di notifica dalla Certification Authority, si recherà presso l’Ufficio di Segreteria dell’Ordine per la sottoscrizione del “Modulo di Registrazione Richiesta CNS” davanti all’Incaricato dell’Ordine (IR) che gli consegnerà il kit richiesto.

Informiamo gli iscritti che sono già in possesso di un kit di Firma Digitale che, a meno di necessità professionali per cui sia indispensabile l’uso della CNS, potranno continuare ad utilizzare il kit in loro possesso. Alla scadenza, invece di rinnovare, potranno acquistare la CNS seguendo la procedura sopra riportata.

Consigliamo tutti i colleghi di munirsi di CNS:

  • i neoiscritti potranno attivarla al posto della Firma Digitale
  • coloro che hanno già la Firma Digitale attualmente potranno decidere se aspettare la scadenza della stessa e quindi richiedere la CNS o se farne già richiesta (la Firma Digitale potrà essere usata comunque fino a naturale scadenza)
  • coloro che non hanno la Firma Digitale in quanto non necessaria per la loro attività sono comunque invitati a munirsi della CNS in quanto è intenzione del Consiglio Nazionale farla diventare un importante strumento di riconoscimento e gestione dei crediti formativi.

L’Ufficio di Segreteria è a disposizione per ogni eventuale ulteriore chiarimento.

PEC – POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

1. Accedere al sito di Aruba: www.pec.it

2. Selezionare dal menù in alto Posta Certificata, oppure dal menù a tendina sulla banda laterale a sinistra Posta Certificata e poi Acquista, oppure ancora nella Home page al centro selezionare il banner rosso Aruba PEC Caselle singole @pec.it

3. Scegliere la tipologia della casella certificata che si desidera [Standard/Pro/Pro+sms], verificarne i dettagli e procedere con l’acquisto verificando la disponibilità della casella PEC nell’apposito spazio, scegliendo il dominio [@pec/@arubapec/@mypec/@gigapec].

Poi cliccare sul pulsante Ordina Subito.

4. Una volta terminata la procedura riceverete tramite mail la comunicazione di avvenuta certificazione della vostra casella di posta elettronica certificata con in allegato la dichiarazione di certificazione e nel testo della mail i link con le istruzioni per procedere all’attivazione.

5. Per accedere alla WebMail webmail.pec.it/index.html

6. Per la gestione della casella Pec e delle relative funzionalità https://gestionemail.pec.it

7. Una volta terminato l’acquisto e attivata la casella deve essere comunicato tempestivamente all’Ordine degli Architetti P.P.C. di Ferrara l’indirizzo PEC appena acquistato. Questo Ordine infatti ha il dovere, qualora venisse richiesto da altri Enti pubblici, di fornire elenchi aggiornati dei contatti dei propri iscritti. Si può procedere a questa comunicazione tramite semplice mail all’indirizzo segreteria@ordinearchitetti.fe.it

Si ricorda altresì che al momento dell’attivazione ogni iscritto dovrà procedere IN AUTONOMIA anche alla comunicazione dello stesso indirizzo PEC a Inarcassa. Inarcassa infatti a partire dal 1 settembre 2012 utilizzerà la PEC in via esclusiva per la trasmissione di tutti gli atti, comunicazioni o servizi. Pertanto, tutti gli ingegneri ed architetti, iscritti e non iscritti ad Inarcassa, le Società di ingegneria e le Associazioni di Professionisti che non hanno ancora comunicato un indirizzo PEC (anche con estensione .gov,) dovranno farlo al più presto e comunque entro il 31 agosto. L’indirizzo PEC deve essere comunicato tramite l’apposita funzione su Inarcassa On Line nella sezione ‘I tuoi dati’.

La mancata comunicazione entro il termine previsto e secondo la modalità indicata, comporterà dal 1 settembre per gli utenti di Inarcassa On Line una limitazione del servizio alle sole funzioni di inserimento della dichiarazione telematica e relativi pagamenti (accesso light). Tutti gli altri servizi (consultazione dell’estratto conto, simulazioni di calcolo delle prestazioni, richiesta della certificazione di Regolarità contributiva e di versamento, finanziamenti e prestiti d’onore) saranno riabilitati solo al momento della trasmissione dell’indirizzo PEC.

Download Manuale d’uso per l’attivazione delle caselle di Posta Elettronica Certificata Archiworld Network

Convenzione PEC Archiworldpec iscritti – Ampliamento caselle

A fronte delle richieste pervenute, si informa che questo Consiglio Nazionale ha concordato con Arubapec SpA di inserire nella convenzione in oggetto la possibilità di ampliare lo spazio “inbox” e di “archiviazione” delle caselle attive di Posta Elettronica Certificata del dominio “Archiworldpec.it”.
L’ampliamento minimo previsto è di 1gb e non potrà superare, per ciascuna tipologia di spazio, i 10gb.
Costi e modalità di ampliamento sono in funzione delle modalità con cui la casella da incrementare è stata attivata:
 Per caselle gestite e pagate dall’Ordine, l’ampliamento ha un costo di €2,00 iva esclusa a gigabyte per anno. Verrà emessa regolare fattura alla fine del mese di avvenuto ampliamento con pagamento a 30gg; il servizio verrà rinnovato e fatturato con scadenza annuale che sievidenzia non potrà coincidere con la data di rinnovo della casella se quest’ultima è avvenuta in un momento diverso dall’ampliamento stesso. Le funzionalità di ampliamento sono integrate nel pannello gestionale in dotazione all’Ordine provinciale.
– Per caselle attivate e pagate dall’iscritto, l’ampliamento ha un costo di €3,00 iva esclusa a gigabyte per anno e attualmente, la procedura di ampliamento è completamente manuale. Viene infatti richiesto di inviare a mezzo pec (all’indirizzo assitenza@archiworldpec.it) oppure a mezzo fax (al numero 0575/862020) il modulo che si allega,
debitamente compilato, accompagnato da una fotocopia del documento d’identità del richiedente. A tale riguardo, si precisa che la Società fornitrice del servizio si è impegnata a realizzare, quanto prima, una procedura informatizzata aggiungendo fra gli articoli acquistabili a “carrello” un’apposita voce di menù.

Si ricorda, infine, che per i servizi di PEC, FD, CNS e Fatturazione Elettronica PA è attivo il numero dedicato alla categoria 0575/050013

 

pec

FD – FIRMA DIGITALE

1. Accedere al sito https://www.pec.it/FirmaDigitale.aspx

2. Scegliete la vostra firma digitale tra le tre opzioni proposte secondo le vostre necessità [ARUBA KEY 59.00 €+IVA/TOKEN 40,00€+iva/SMART CARD 38.00€+IVA] e Richiedete subito

3. Effettuate la registrazione e procedete con la procedura guidata fino alla conferma dell’acquisto selezionando la modalità di pagamento. Il kit verrà consegnato presso presso questo Ordine, previo riconoscimento de-visu da parte del personale competente. È quindi necessario che il titolare si presenti per il ritiro munito di documento di identità per poter apporre la propria firma sui moduli di richiesta certificato.

Per eventuali ulteriori chiarimenti, rimane a disposizione la segreteria dell’Ordine: segreteria@ordinearchitetti.fe.it

fid

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO: Nasce INI-PEC, l’Indice nazionale della posta elettronica certificata

Nasce INI-PEC, l’Indice nazionale della posta elettronica certificata. INI-PEC è stato pensato con l’intento di semplificare la comunicazione tra cittadini, imprese, professionisti e istituzioni raccogliendo gli indirizzi di posta elettronica certificata delle imprese e dei professionisti di tutta Italia.

INI-PEC è la prova che l’innovazione passa anche attraverso azioni semplici, come mettere a disposizione in un luogo digitale gli indirizzi di posta elettronica certificata: un fatto all’apparenza scontato che però cambia la pratica quotidiana di migliaia di cittadini, e pubbliche amministrazioni, consentendo di risparmiare tempo e denaro. Il primo importante passo in tal senso è stato fatto nel 2011 con l’iscrizione delle PEC delle società di capitale nel Registro Imprese. Gli indirizzi, raccolti dalle Camere di Commercio, sono stati resi disponibili, grazie alle infrastrutture e alle competenze di InfoCamere, sul portale registroimprese.it.

La realizzazione di INI-PEC è stata possibile grazie alla collaborazione di vari soggetti:

il Ministero dello Sviluppo Economico ha gettato le basi normative ed ha coordinato gli attori coinvolti.

InfoCamere ha realizzato il portale INI-PEC sotto le linee guida del Ministero dello Sviluppo Economico ed ha censito e contattato più di 1.800 Ordini Professionali e Collegi territoriali per raccogliere tutti gli indirizzi PEC in loro possesso.

Gli Ordini e Collegi hanno inviato i dati che oggi alimentano INI-PEC e continueranno a farlo man mano che i loro iscritti ne forniranno di nuovi.

Le Camere di Commercio hanno messo a disposizione gli indirizzi PEC delle imprese italiane presenti nel Registro Imprese e continueranno a garantirne l’aggiornamento.

Ad oggi sono stati raccolti quasi 950.000 indirizzi PEC di professionisti relativi a quasi 1.500 ordini e collegi professionali.

Per quanto riguarda la sezione imprese, sono disponibili circa 4.200.000 indirizzi PEC, tra società e imprese individuali.

Proseguono con continuità e regolarità le attività di aggiornamento dell’Indice.

L’obiettivo è quello di raccogliere gli indirizzi PEC di tutti i professionisti e di tutte le imprese presenti sul territorio nazionale, per dare la possibilità ai vari soggetti economici e alle Pubbliche Amministrazioni di interagire tra con semplicità, efficienza ed economicità: condizione indispensabile per uno sviluppo più rapido ed efficace del sistema paese.

INI-PEC pensato per chiunque abbia la necessità di ottenere l’indirizzo di PEC di un professionista o di un’impresa che desidera contattare.

Senza bisogno di autenticazione o di programmi aggiuntivi, chiunque può accedere alla sezione di ricerca del portale e cercare l’indirizzo di posta elettronica certificata di proprio interesse.

Se l’azienda o il professionista cercato è presente nell’indice, INI-PEC fornisce all’utente l’indirizzo richiesto, semplificando la vita di tutti.

L’indice viene puntualmente aggiornato con i dati provenienti dal Registro Imprese e dagli Ordini e dai Collegi di appartenenza, nelle modalità stabilite dalla legge.

Il reperimento delle informazioni di tutti gli operatori economici che per legge devono possedere un proprio indirizzo PEC è ora più agevole ed efficace grazie ad INI-PEC.

INI-PEC è uno strumento innovativo e fondamentale allo sviluppo del paese realizzato da InfoCamere in attuazione del decreto legge del 18 ottobre 2012, n.179.

> Vai al portale INI-PEC

PER TUTTI GLI ISCRITTI:

Il comma 6-bis dell’articolo 16 del decreto legge 29 novembre 2008, n.185 sancisce la creazione dell’Indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata, a partire dagli elenchi di indirizzi PEC già registrati presso il Registro delle Imprese e gli Ordini o Collegi professionali di appartenenza dei singoli professionisti. Pertanto “i professionisti iscritti in albi ed elenchi istituiti con legge dello Stato comunicano ai rispettivi ordini o collegi il proprio indirizzo di posta elettronica certificata o analogo indirizzo di posta elettronica di cui al comma 6 entro un anno dalla data di entrata in vigore del presente decreto.”

Per tutti gli iscritti che ancora, non dovessero aver comunicato all’Ordine il proprio indirizzo di posta elettronica certificata, per per chi di recente ha variato il proprio indirizzo di posta elettronica certificata o per chi ne avesse attivato uno nuovo, scrivete una mail a segreteria@ordinearchitetti.fe.it con oggetto AGGIORNAMENTO INI-PEC, indicando il proprio indirizzo di posta elettronica certificata da inserire negli elenchi o da modificare, se variato.

 

Sottoscrizione del contratto CNAPPC-ARUBA per il rilascio di PEC e FIRME DIGITALI agli Ordini Provinciali

Si comunica che il Consiglio dell’Ordine degli Architetti P.P.C della Provincia di Ferrara in data 19.09.2012 ha deliberato (DEL. 285/70) di rinnovare la sottoscrizione del CONTRATTO CNAPPC-ARUBA PEC SPA PER IL RILASCIO PEC E FD AGLI ISCRITTI AGLI ORDINI PROVINCIALI per i prossimi 3 anni, fino a settembre 2015.

Pertanto l’Ordine si accollerà i costi per i prossimi 3 anni di tutte le caselle PEC già attivate tramite quest’Ordine e di tutte quelle dei neo-iscritti. Tutti gli iscritti che NON hanno ancora provveduto all’acquisto della PEC o della FIRMA DIGITALE possono procedere come da indicazioni seguenti per poter acquistare i prodotti, in particolare per quanto riguarda la Firma Digitale usufruendo degli sconti previsti in virtù della CONVENZIONE N.1579.

Si ricorda a tal proposito che l’obbligo di dotarsi di una casella certificata è stabilito in base alD.L 185/2008 trasformato in Legge n. 2/2009 (art. 16 dal comma 5 al 10) per cui tutti i professionisti iscritti ad albi professionali devono attivare una casella di Posta Certificata “Professionale”.