Cari colleghi,

Il particolare momento che stiamo vivendo ha rivoluzionato il nostro modo di vivere e di rapportarci ma sono convinto che, nonostante le difficoltà e le insicurezze sul nostro lavoro e sulla nostra stessa vita, sapremo cogliere le opportunità che sempre una Crisi propone.

L’emergenza sanitaria collegata al Covid-19 ha imposto le varie forme complementari di telelavoro e lavoro agile che erano da anni al palo per la senescenza e inerzia delle pubbliche amministrazioni centrali e locali.

Penso che non si tornerà più indietro e questo, in diverse articolazioni, sarà il nostro modo di lavorare nel futuro prossimo quando l’emergenza virus sarà passata. Perché questa è una certezza, questa brutta pagina sarà voltata per cui rimaniamo collegati utilizzando i mezzi che la tecnologia ci offre e siamo di stimolo gli uni agli altri.

Il nostro Ordine, al pari degli altri, ha già attuato le modalità di telelavoro e smart working per cui le nostre valenti Barbara e Maria Giovanna sono comunque a vostra disposizione  in modalità telematica.

Vi esorto infine, al di là delle vostre posizioni personali riguardo a questa pandemia ad essere informati, corretti e rispettosi delle normative emergenziali nazionali, regionali e locali ed a questo proposito vi giro la comunicazione del mio omologo dell’Ordine di Bologna Pier Giorgio Giannelli che riassume quello che la categoria sta facendo per essere vicina ai propri iscritti.

Per conto nostro saremo solleciti ad informarvi riguardo a tutte le novità che di volta in volta emergessero in riferimento alla nostra professione.

Un sincero saluto

Per il Consiglio degli Architetti PPC di Ferrara

Il Presidente Gian Paolo Rubin