DISORDINE METROPOLITANO: la rassegna diventa itinerante e dal 16 maggio all’11 luglio visiterà alcune località della Città Metropolitana.

Primo appuntamento a IMOLA
16 maggio 2019
ore 16:00 – 18:00 – 2 CFP per architetti e ingegneri
incontro presso Palazzo Sersanti, Sala del Centro Gianni Isola Piazza G. Matteotti, 4
QUALITÀ DELLA CITTÀ: I CONCORSI DI PROGETTAZIONE
Programma e iscrizioni (link)

a seguire, ore 18.30 inaugurazione della mostra – 1 CFP in autocertificazione allegando il flyer
I PROGETTI  DEGLI ARCHITETTI  NELL’ AREA METROPOLITANA
La mostra rimarrà aperta dal 16 al 30 maggio, presso l’Androne del Palazzo Comunale in piazza Matteotti 26, Imola

I prossimi appuntamenti in Città Metropolitana:

Alto RenoTerme – Porretta dal 6 al 20 giugno
Ecologia quotidiana. Responsabilità di tutti nello sviluppo sostenibile ed integrale della città del futuro
inaugurazione mostra e convegno il 6 giugno

 Pieve di Cento dal 27 giugno all’11 luglio
Il sistema di Protezione Civile: tra conoscenza e volontariato
inaugurazione mostra e convegno il 27 giugno

DISORDINE – rassegna di architettura in città (link)

Lo scorso anno l’Ordine degli Architetti ha promosso a Bologna, dal 21 marzo al 21 giugno, una serie di eventi destinati principalmente a un pubblico di non addetti ai lavori, dal titolo “DISORDINE – Rassegna di architettura in città”. L’iniziativa ha avuto l’obiettivo di sensibilizzare la conoscenza, di valorizzare la figuraprofessionale dell’architetto, di evidenziare l’importanza della qualità dell’architettura per migliorare la vita delle persone.

Gli eventi, rivolti alla città con l’intento di contaminarla, hanno avuto soprattutto l’obiettivo di far comprendere, in modo approfondito, il valore aggiunto che il rivolgersi all’architetto può dare sia in termini di qualità di prodotto che di innovazione e di ricerca. Un valore fatto di sensibilità, di attenzione ai bisogni, di calibrazione degli investimenti, di consapevolezza verso i temi ambientali, gestiti con una visione complessiva, che esclusivamente una figura, appositamente formata attraverso un percorso umanistico e tecnico particolare come quello dell’architetto, può fornire. Si sono svolti numerosi convegni che hanno coinvolto a vario titolo professionisti, enti, amministrazioni e alcuni stakeholders del territorio, e sette mostre itineranti allestite sia in centro che in periferia utilizzando il circuito delle Librerie Coop.

A settembre 2018, inoltre, in occasione del Cersaie e della Bologna Design Week, l’Ordine ha allestito un’ulteriore mostra all’interno di Palazzo Isolani e ha organizzato visite guidate, denominate “Architetture Aperte”, per far conoscere le opere realizzate a Bologna dagli architetti aderenti alla Call for Projects di “DISORDINE”.

A seguito delle esperienze positive, l’Ordine degli Architetti organizza, da Maggio 2019, DISORDINE METROPOLITANOcoinvolgendo dapprima le città più lontane da Bologna, disposte idealmente ai vertici di un triangolo, tra cui Imola (16-31 maggio), Alto Reno Terme- Porretta (6-20 giugno), Pieve di Cento (27 giugno-11 luglio), e prevede in programma:

MOSTRE e PERCORSI > I progetti degli architetti bolognesi iscritti all’Ordine di Bologna, incontrano le persone in giro per le cittá. Sono esposti i progetti degli architetti che hanno partecipato alla selezione di Call for Projects di “DISORDINE 2018”, realizzati per l’area metropolitana di Bologna e riguardanti le seguenti tematiche: “Architettura di interni”, “Edifici pubblici collettivi”, “Paesaggio e spazio pubblico”, “Residenze pubbliche e private”, “Restauro e riuso”, “Retail e allestimenti”, “Terziario e industria”.

INCONTRI > Momenti di riflessione in collaborazione con la società civile su alcuni temi di interesse comune per i cittadini: responsabilità, qualità, ambiente, abitare, legalità e protezione civile, per i quali gli architetti sono in grado di fornire risposte adeguate in termini di ricerca, innovazione e consapevolezza verso i beni comuni.