LEGGI SUBITO!

SCARICA IL PDF

Si evidenzia l’adeguamento alla speranza di vita: dall’1/1/2019 la pensione di vecchiaia ordinaria sarà corrisposta a chi abbia compiuto almeno 66 anni e 3 mesi; quella anticipata a 63 anni e 3 mesi e quella posticipata a 70 anni e 3 mesi. Il requisito di anzianità contributiva minima per le pensioni anticipata ed ordinaria nel 2019 sarà di 33 anni di iscrizione e contribuzione.
Dall’ 1/01/2019 entreranno inoltre in vigore i nuovi requisiti di pensione per il sistema pubblico e relativi coefficienti di calcolo. In particolare:

– aumento di 5 mesi del requisito anagrafico per le pensioni di vecchiaia tra cui:
– Cumulo da 66 anni e 7 mesi a 67 anni
– Totalizzazione da 65 anni e 7 mesi a 66 anni;

– aumento di 5 mesi del requisito di anzianità contributiva per le pensioni di anzianità/anticipate tra cui:
Anticipata in Cumulo
– Uomini: da 42 anni e 10 mesi a 43 anni e 3 mesi
– Donne: da 41 anni e 10 mesi a 42 anni e  3  mesi
Anzianità in Totalizzazione
– 41 anni di anzianità

Ricordarsi di generare il MAV per il pagamento del conguaglio 2017 su IOL alla voce “Calcolo contributo e prenotazione MAV”: il saldo va corrisposto entro il 31 dicembre